Estero: i B&B sostenibili

Una gestione sostenibile delle strutture turistiche presuppone una sensibilità ambientale e lungimiranza. Vi presento i B&B e i lodge che sono gestiti dagli italiani all’estero con una particolare attenzione alla sostenibilità ambientale e/o sociale. Siete pronti? Partiamo e scopriamo i B&B sostenibili all’estero!

Capo Verde (isola di Boavista): Guesthouse migrante

Capo Verde

Interno arabeggiante della Migrante Guesthouse

La Guesthouse Migrante è situata nel centro del paesino costiero di Sal Rel, un borgo colorato caratterizzato da una spiaggia dove sono attraccate le barchette dei pescatori. Il mare è caldo tutto l’anno e l’atmosfera rilassata e gioiosa. La guesthouse ha una storia interessante: era una casa padronale di proprietà di una famiglia marocchina ebraica, ed è stata ristrutturata rispettando l’architettura originaria. Il complesso appare quindi come un riad marocchino. L’attenzione alla sostenibilità si esprime nell’utilizzo di energie naturali per il funzionamento e di prodotti locali, in un’ottica di redistribuzione del reddito. Il bar ha un’atmosfera particolare grazie alle note esotiche del fado e i tamburi africani.

 

Estero: i B&B sostenibili:

Cile: Terrace Lodge

cile

Terrace Lodge panorama

Il lodge Si trova a Putre, il punto di partenza per visitare l’altopiano settentrionale del Cile, in un ambiente tranquillo con una splendida vista sui vulcani. “Terrace Lodge” ha ricevuto la certificazione   “Biosphere Responsible Tourism” dall’Istituto Turismo Responsabile, ciò significa che la gestione è attenta al risparmio energetico, il cibo è locale, i tour organizzati sensibilizzano il viaggiatore alla fauna, flora e geografia dell’area e gli ospiti sono resi attenti sui comportamenti da adottare e da evitare nei confronti della popolazione locale. Il lodge è dotato di sole 5 stanze dotate di tutti i confort e i pannelli solari permettono di risparmiare il 60% del gas utilizzato per riscaldare l’acqua. Una chicca? I colibrì che visitano i fiori del giardino!

Estero: i B&B sostenibili:

Ecuador: Mindo Eco Lodge e Riserva Pachijal

Ecuador

Riserva e B&B Pachijal

La Reserva Ecologica Pachijal in Ecuador nasce come iniziativa di Ecoturismo realizzata a Mindo da due soci e amici italiani. Qui hanno realizzato un Ecolodge all’interno di 100 ettari di foresta di loro proprietà. L’area di Mindo è conosciuta ai naturalisti di tutto il mondo per il suo ecosistema particolare, il Bosco Nuvoloso, che ospita migliaia di specie vegetali ed animali. Fra queste più di 500 specie di uccelli, di qui il particolare interesse per i birdwatchers. L’Eco Lodge è stato costruito attorno ad alcuni alberi utilizzando materiale locale (legno). Le stanze sono solo 5 per ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente e sono dotate di doccia e di uno spazio esterno che mette in contatto con la rigogliosa natura circostante. Il cibo viene preparato con prodotti locali.

Estero: i B&B sostenibili:

Giamaica: Sunrise Club

Jamaica

Pannelli solari del Sunrise Club

La struttura è localizzata a nel centro di Negril, centro balneare famoso per la splendida e lunghissima spiaggia bianca e il mare cristallino. Ha 14 stanze in stile caraibico dotate di ogni comodità, un ristorante dove vengono cucinate anche specialità italiane e un bar animato. La gestione ha intelligentemente pensato di investire sul sole: l’elettricità viene prodotta da pannelli fotovoltaici e l’acqua riscaldata con pannelli solari.

Estero: i B&B sostenibili:

Grecia (Creta): Casa Doria

Loutra Creta

Facciata di Casa Doria

Loutra Creta

Prodotti impiegati a Casa Doria

Casa Doria si trova a Loutra, frazione di Lentas, nella costa Sud di Creta. È una vecchia taverna trasformata in un rifugio sul mare. Una grande casa bianca circondata da severi monti e affascinanti canyon che sfociano su spiagge deserte. Ha 8 stanze semplici dotate di bagno che affacciano su un balcone comune. La gestiona ha iniziato un processo di certificazione con EcoWorldHotel e si sta evolvendo con l’introduzione di un menu biologico e biodinamico affiancato al nostro menù di piatti tradizionali. La produzione di acqua calda avviene attraverso l’impiego di pannelli solari, le lampadine sono per la maggior parte a risparmio energetico, ai rubinetti sono applicati i riduttori di flusso per il risparmio idrico, utilizzo di prodotti per le pulizie ecologici e biodegradabili al 98%, tinteggiatura di alcune zone con pitture ecologiche , adozione di carta ecologica per usi di cancelleria, raccolta differenziata (non effettuata dall’amministrazione locale ma da praticata ugualmente e comunicata con solleciti annuali al Comune al fine di ottenere al più presto l’attuazione locale).

 

Estero: i B&B sostenibili:

Kenya (Watamu): Lonno lodge

Watamu Kenya

Tower room del Lonno Lodge

Aldo e Silvia hanno aperto il Lonno Lodge nel 2009, all’insegna del lusso della privacy e della tranquillità. I pannelli solari e il risparmio energetico provvedono in buona parte all’energia necessaria, l’assenza di aria condizionata è resa possibile da un sapiente posizionamento delle finestre e utilizzo dei materiali locali per la costruzione. Particolare attenzione è data alla gestione idrica: acqua potabile ottenuta da un desalinatore di ultima generazione, l’acqua in uscita dal desalinatore viene utilizzata per la piscina che così non necessita di sostanze chimiche per la sua disinfezione, recupero dell’acqua piovana per innaffiare il giardino, produzione di acqua calda tramite pannelli solari e acque grigie e nere riciclate in uno stagno naturale che viene sfruttato per l’irrigazione.

Estero: i B&B sostenibili:

Perù: La Piccola locanda

Cuzco peru

Interno della Piccola Locanda

La Piccola locanda è un consorzio di tre strutture (ostello, osteria e viaggi etici) che ha l’obiettivo di coniugare il turismo alla solidarietà. La locanda dispone di 12 comode stanze e vuole essere un punto di ritrovo per viaggiatori indipendenti e attenti alla realtà del luogo. Una parte degli introiti percepiti vengono utilizzati per portare avanti progetti di sviluppo locale come un centro per disabili, uno per famiglie disagiate e uno per bambini in stato di abbandono.

Estero: i B&B sostenibili:

Senegal: Chez Keur Halima

Senegal

Artigianato di Keur Halima

Si tratta di un complesso completamente eco-sostenibile alimentato energeticamente con impianto fotovoltaico che utilizza acqua prelevata dal profondo della roccia vulcanica tramite una pompa solare. Il pane viene cucinato in un forno di roccia lavica e il latte deriva direttamente dai pastori della zona. Durante il soggiorno è possibile seguire corsi di cucina, ballo, musica e lingua araba.

Estero: i B&B sostenibili:

Zanzibar: Mangrove Lodge

Zanzibar

Bungalow del Mangrove Lodge

Il Lodge è stato costruito usando materiali locali e rinnovabili (quali makuti, legname locale, mattoni prodotti nelle vicinanze e pietre di corallo lavorate a mano) e assumendo esclusivamente manodopera proveniente dai villaggi vicini. I materiali sono stati trasportati in loco utilizzando prevalentemente carretti di proprietà dei contadini e trainati dai buoi.

strade di Zanzibar

Trasporti a Zanzibar

Vengono combattuti gli sprechi (niente aria condizionata, utilizzo limitato del generatore, acqua proveniente dal pozzo) e per la cucina vengono privilegiati i prodotti locali. Essendo Zanzibar priva di un sistema di riciclaggio dei rifiuti, il lodge si è organizzato autonomamente per farvi fronte: compostaggio domestico, acquisto di bevande esclusivamente in bottiglie di vetro, no utilizzo di sacchetti di plastica (una piaga dell’isola!), Inoltre il Mangrove Lodge sponsorizza diversi progetti ( Zanzibar Butterfly Centre, la riserva naturale di Chumbe Island Coral Park, il Makunduchi Hospital Project come parte del Health Improvement Project) e provvede alla formazione del personale (igiene, salute e lingue) mettendo a loro disposizione anche un orto. Propone lezioni di cucina zanzibarina e promuove la cultura locale e dà valore alla popolazione proponendo incontri con anziani, donne, musicisti, insegnanti per raccontare storie sul passato di Zanzibar, lo stile di vita, la religione islamica, il mix di culture e il comportamento rispettoso. Sono poi numerosi gli obiettivi futuri per migliorare ulteriormente la gestione… complimenti!

Estero: i B&B sostenibili:

Zambia: Olgas project

Zambia

Falegmaneria

zambia

Prodotti della sartoria

Un ristorante che propone piatti preparati con prodotti locali (anche ricette italiane come la pizza) e una guesthouse (Progettata dal politecnico di Milano) di 9 stanze. La particolarità? I proventi vengono impiegati per sostenere il Youth Community Training Center (YCTC), una scuola di formazione professionale per adolescenti vulnerabili e in difficoltà di Livingstone dotata di una falegnameria e di una sartoria. Mobili e suppellettili sono stati creati dai ragazzi del centro ed è possibile trascorrere un po’ di tempo con loro, rendendosi conto di come il progetto funzioni bene. È possibile acquistare gli oggetti d’artigianato prodotti dagli allievi della scuola sostenendo così i ragazzi, perché qui viene seguita la filosofia “Non darmi un pesce, insegnami a pescare!”.

Allora quando cerchiamo un posto dove alloggiare, possiamo scegliere per il meglio e optare per i B&B sostenibili all’estero!

Facebooktwittergoogle_plusrss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *